Benvenuto nel sito ufficiale del comune di Guardamiglio della provincia di Lodi
Sei nella Home Page del Comune di Guardamiglio.
Solo testo Alta visibilità   
Comune di Guardamiglio
Motore di ricerca

Sei in: Home » archivio news » risultato ricerca » scheda news
Sei in: Home » archivio news » risultato ricerca » scheda news

News

Area Economico - Finanziaria

comunicazione
Come provvedere alla correzione dell'errata indicazione del codice catastale del comune nel pagamento di un tributo (Tasi-Ici-Imu-Tari)

 

 

 

AVVISI SOLLECITO PAGAMENTO TARI 2014-2015

 

Si informano i contribuenti del Comune di GUARDAMIGLIO che sono stati inviati i solleciti di pagamento inerenti la TARI (Tassa rifiuti) per gli anni 2014-2015. Si precisa che trattandosi di semplice avviso di sollecito, i cittadini che hanno già provveduto al pagamento potranno presentare le comunicazioni/rettifiche all’ufficio protocollo entro il 7 Marzo 2016.  

INOLTRE

In questi anni si è riscontrato che, in alcuni casi, il contribuente presenta in banca/posta il modello F24 per pagare il tributo con indicato correttamente il codice E238, corrispondente al Comune di GUARDAMIGLIO, ma per un errore di digitazione potrebbe essere inserito nel terminale un codice differente e pertanto il pagamento viene riversato ad altro comune e non a Guardamiglio. In questi casi, sia le banche che gli uffici postali, su richiesta del cittadino che presenta la delega modello F24 in proprio possesso, contenente l’indicazione del codice corretto E238, e la relativa quietanza che invece riporta l’indicazione di un codice errato, DEVONO procedere alla rettifica del codice comune ai sensi della Risoluzione n. 2/DF del 13 dicembre 2012 del Ministero dell’Economia e delle Finanze. In questo modo il pagamento viene rettificato e riversato correttamente al Comune di GUARDAMIGLIO. Si invitano pertanto i contribuenti, i quali si vedono recapitare un avviso di sollecito, avendo provveduto regolarmente al pagamento, a rivolgersi alla banca o all’ufficio postale nel quale hanno eseguito il versamento per ottenere la correzione così come da modello F24 cartaceo in loro possesso, senza alcun costo. Nel caso sia già stato emesso sollecito, avviso di accertamento per omesso o parziale versamento da parte del Servizio Tributi ICI/IMU/TASI/TARI del Comune di GUARDAMIGLIO, il contribuente può chiederne la sospensione in attesa che la banca/posta effettui la correzione. Si chiarisce che il Comune non può chiedere direttamente la correzione alla banca o alla posta, in quanto si tratta di un rapporto privatistico tra il cittadino e la banca/posta e pertanto è quest’ultimo che deve chiedere la correzione presentando il cartaceo con indicato il codice corretto a prova dell’errore commesso dall’intermediario.

COSA FARE IN CASO DI DELEGA DI PAGAMENTO F24 CON CODICE COMUNE ERRATO

Nel caso in cui sia stato il cittadino ad indicare un codice comune errato, la correzione non può essere richiesta alla banca/posta, ma, ai sensi della Risoluzione n. 2/DF del 13 dicembre 2012 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è necessario presentare richiesta di riversamento a favore del Comune di GUARDAMIGLIO rivolgendosi al Comune al quale il pagamento è stato effettuato, dandone sempre opportuna comunicazione al Servizio Tributi ICI/IMU/TASI/TARI del Comune di GUARDAMIGLIO. Nel caso sia già stato emesso sollecito, avviso di accertamento per omesso o parziale versamento da parte del Servizio Tributi ICI/IMU/TASI/TARI del Comune di GUARDAMIGLIO, il contribuente può chiederne la sospensione in attesa che il Comune, al quale il pagamento è stato eseguito, effettui il riversamento.

Sul sito internet del Comune sono recuperabili i modelli di richiesta per le rettifiche.

L’Ufficio Tributi resta a disposizione per ogni ulteriore informazione e chiarimento.


 

 

                 

 


Allegati


Fine dei contenuti della pagina