Benvenuto nel sito ufficiale del comune di Guardamiglio della provincia di Lodi
Sei nella Home Page del Comune di Guardamiglio.
Solo testo Alta visibilità   
Comune di Guardamiglio
Motore di ricerca

Cos'è

  •  La Tari è la tassa rifiuti per i servizi di raccolta, trasporto e smaltimento/recupero dei rifiuti urbani.La tassa sui rifiuti (TARI) è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre i rifiuti medesimi. 

Cos'è utile sapere

  • Il computo della tassa si basa:La tassa si compone di una parte variabile, determinata dal numero degli occupanti, e di una parte fissa, ottenuta moltiplicando la tariffa per la superficie calpestabile.
    Il tributo è corrisposto in base a tariffa riferita all’anno solare e commisurata tenendo conto dei criteri determinati dal “metodo normalizzato” di cui al D.P.R. n. 158 del 1999.1) In caso di inizio utenza:
    la denuncia deve essere presentata possibilmente prima dell'occupazione e comunque entro e non oltre il 30 giugno dell'anno successivo all'inizio dell'occupazione o detenzione.
    La denuncia ha effetto anche per gli anni successivi, semprechè non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo; in tal caso, la dichiarazione va presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute le predette modificazioni. La denuncia deve essere redatta su apposito modulo e inoltrata al Comune.2) In caso di modifiche:
    è obbligatoria la denuncia dell'avvenuta variazione.3) In caso di cessazione dell'utenza:
    è necessario presentare dichiarazione di cessazione utenza.La dichiarazione di cessazione non deve essere presentata se nell'immobile rimangono utenze attive (es. luce, gas, acqua). Infatti in questo caso si continuerà a pagare la Tari.4) In caso di rimborso-sgravio:
    la domanda deve essere prodotta su apposito modulo (rimborso/sgravio).

Requisiti

  • La TARI è dovuta da chiunque possieda o detenga il locale o l’area e, quindi, dal soggetto utilizzatore dell’immobile. In caso di detenzione breve dell’immobile, di durata non superiore a sei mesi, invece, la tassa non è dovuta dall’utilizzatore ma resta esclusivamente in capo al possessoreSono esenti dal pagamento di questa tassa:
    - i locali e le aree che non possono produrre rifiuti o per loro natura, o per il particolare uso cui stabilmente sono destinati, oppure perché risultano obiettivamente non utilizzabili nel corso dell'anno;Queste circostanze devono essere indicate nella denuncia originaria e devono essere riscontrabili su basi documentali.

Come fare

  • Il cittadino è tenuto a presentare denuncia di occupazione o detenzione di una superficie coperta o scoperta al Comune.
    L'ufficio tributi provvederà a recapitare all'indirizzo di residenza di ogni contribuente  l'avviso bonario di pagamento con allegata delega Mod. F24 pre-compilato per il versamento. Non possono essere utilizzati altri tipi di pagamenti.

In quanto tempo

  • Il pagamento della TARI verrà riscosso in due rate. Scadenze ordinarie
    • Prima rata (acconto in rata unica) 30/04
    • Seconda rata (saldo/conguaglio in rata unica) 31/10

Quanto costa

  • Le tariffe della TARI devono assicurare, in ogni caso, la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.Esse sono determinate con delibera del Consiglio comunale sulla base dei costi individuati e classificati nel piano finanziario, redatto dal soggetto che svolge il servizio e approvato dallo stesso Consiglio.Il piano finanziario individua e classifica i costi che devono essere coperti con le entrate della TARI. La delibera di approvazione delle tariffe invece, è finalizzata a ripartire i costi indicati dal piano finanziario tra gli utenti, in conformità alle regole contenute nel metodo normalizzato e, pertanto, a determinare le voci tariffarie da applicare alle diverse utenze. Queste ultime si distinguono  in domestiche e non domestiche: le prime sono costituite soltanto dalle abitazioni familiari e le seconde ricomprendono tutte le restanti utenze (attività commerciali, industriali, professionali e produttive in genere).In materia di TARI il comune ha facoltà di introdurre agevolazioni ed esenzioni, oltre che negli specifici casi individuati dalla legge (abitazioni con unico occupante; abitazioni e locali per uso stagionale; abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero), anche in ulteriori ipotesi definite dal comune nell’esercizio della propria autonomia regolamentare

Validità del documento

  • sino a nuova denuncia di variazione

Modulistica

A chi rivolgersi

  • Area Economico - Finanziaria
    Via Cavour n.14 - 26862 , Guardamiglio (LO)
    Responsabile:
    Lucia Traldi

A chi rivolgersi

  • Area Economico - Finanziaria - Ufficio Tributi - Commercio - Attività produttive - Assistenza Organi Istituzionali
    Via Cavour n.14 - 26862 , Guardamiglio (LO)
    Responsabile:
    Antonella Serrao - Responsabile del procedimento
    Telefono:
    0377/51002 int. 5

Orario settimanale

Mattino
Pomeriggio
  • lunedi'
    09,00-13,00
    16,00-18,00
  • martedi'
    11,00-13,00
    -
  • mercoledi'
    11,00-13,00
    -
  • giovedi'
    09,00-13,00
    16,00-18,00
  • venerdi'
    11,00-13,00
    -
  • sabato
    -
    -

Fine dei contenuti della pagina